content e personal marketing

Content e personal marketing – Le declinazioni del digital marketing sono decisamente tante. Abbiamo già visto in questo contesto una delle sue forma oggi maggiormente in risalto e in crescita: l’influencer marketing.
Oggi ci concentreremo, invece, sulle forme di content e personal marketing.

La decisione di analizzarle insieme è data dal fatto che ci sono delle connessioni di utilizzo. È importante approcciarsi al content e personal marketing in un’ottica che non sia auto-celebrativa né autoreferenziale o egocentrica, rischiando di generare una comunicazione unidirezionale e sostanzialmente vuota di valore per gli altri (che siano potenziali clienti, semplici follower o colleghi della stessa azienda). La creazione di contenuti finalizzati al content e personal marketing deve essere ragionata e calcolata sulla base degli interessi della community. È opportuno generare e condividere testi e prodotti digitali che siano di utilità e che rispondano alle esigenze dei diversi utenti. Riuscire a rappresentare per loro una fonte di ispirazione e arricchimento è un eccellente traguardo, in questo modo, oltre ad essere sempre tenuti presenti, si risulterà un punto di riferimento nel proprio campo.
La sinergia del content e personal marketing è quindi in grado di dare tecniche e strumenti molto utili nell’ambito del contesto digitale, funzionali a generare traffico, ricevere interazioni, stimolare la community allo scambio, ottenere lead, massimizzare i ROI e affermarsi in quanto leader autorevole nel proprio mercato.

Content e personal marketing – 1 parte

Il content marketing si basa sull’importanza di utilizzare contenuti che siano di qualità. Questo implica la loro capacità di educare, spiegare, divertire ed informare intrattenendo. Riuscire ad intercettare l’attenzione nel contesto odierno è una sfida in tutto e per tutto, captare l’interesse per un tempo prolungato ancora più arduo.
Gli obiettivi principali del content e personal marketing sono ovviamente quelli di attrarre visitatori, ottenere quanti più contatti possibili -preferibilmente qualificati-, generare fatturato, fidelizzare i clienti e cercare di trasformarli in promotori spontanei del proprio brand. Ma riuscire a creare un contenuto ricco e utile non è sufficiente. All’interno del content marketing rientrano anche infatti quelle tecniche ed accorgimenti utili nello sponsorizzare e dare visibilità ai contenuti stessi. Senza queste strategie i contenuti rischierebbero di passare in secondo piano, perdendo il loro spazio di visibilità e soprattutto la loro funzione di partenza. È quindi doveroso tener conto degli spazi e degli orari in cui pubblicare, privilegiando quelli in cui il proprio target è più attivo.

Ma come fare nel concreto content marketing? Quando parliamo di ‘content’ facciamo riferimento in prima battuta a contenuti testuali, ad esempio sotto forma di blog post o di body copy per i social, ma non solo. I video, le immagini (o anche semplicemente foto), le infografiche e le visualizzazioni (di dati, di linee temporali, di testi) sono contenuti altrettanto validi e funzionali. Trovare il giusto mix permette di offrire una comunicazione avvincente, coinvolgente e mai noiosa, in grado di risultare interessante per un pubblico variegato. A questi contenuti, è necessario associarci una serie di tecniche seo per Google.
Il servizio di content marketing offerto da Business Competence si applica molto bene a tutte quelle aziende, artigiani e professionisti che percepiscono la necessità di aprirsi alle sfide del web, in modo tale che le qualità di quest’ultimi possano emergere e conquistare gli spazi che meritano. Sottolineiamo qui come queste strategie abbiano tutto il potenziale per cambiare le sorti di un’azienda, al fine di garantirle una crescita e sviluppo.

Content e personal marketing – 2 parte

Quando parliamo di personal marketing facciamo riferimento a quel tipo di comunicazione efficace ed efficiente nel veicolare i punti di forza di una persona che vuole porsi come polo autonomo in quanto risorsa e produttore di uno o più servizi. Questo processo permette di definire la propria strategia di posizionamento sul mercato in modo distintivo, puntando su un ambito specifico della propria professione.

Direttamente connesso al content e personal marketing ritroviamo il personal branding, che riguarda nello specifico la reputazione personale ed il modo in cui si viene visti e percepiti dal mercato di riferimento. È la risultante delle attività intraprese, quindi il sistema di misurazione e di valutazione dei risultati ottenuti tramite il personal marketing.
L’obiettivo principale sarà quindi riuscire ad avere una rilevanza nel contesto web, in particolare può essere funzionale per aggiungere valore all’azienda, di fatto la rete di contatti del singolo può incrementare la rete aziendale (in questo caso parliamo di Employment Marketing).
Nel concreto, per sviluppare un’efficace campagna di content e personal marketing occorre definire una strategia in grado di fissare gli obiettivi, i contenuti da pubblicare e ciò di cui si vuole parlare, su che canali e in quali momenti della giornata.
In questo contesto è utile fare un cenno allo strumento della storytelling: essere in grado di raccontare una storia, la propria storia, e rimanere coerenti con essa è l’elemento su cui poggia molto del lavoro di Personal Marketing. In questo modo si svilupperà un flusso coerente, in cui viene mantenuto un filo rosso costante e rappresentativo della nostra persona, in grado di far emergere la nostra unicità.
Cerchiamo di pensare a diversi contenuti che abbiano però un filo conduttore, diverse versioni e declinazioni del nostro brand in relazione a trend e tematiche d’interesse generale per il tuo target di riferimento.

Content e personal marketing – integrazione strategica

Content e personal marketing, applicati in una corretta strategia, saranno da inserire in un’ottica di integrazione e mix di tecniche, incrociando in primis il content e personal marketing tra loro, ma anche insieme a un piano strategico più ampio di inbound marketing. Infatti, non si cercherà di intromettersi prepotentemente nell’attività del pubblico, ma si andrà a creare un’attrattiva utile per l’utente tale per cui sarà egli stesso a ricercare quel contenuto e ad usufruirne.
Questo perchè si creerà un diverso rapporto con il pubblico, in cui ci sarà una sua maggior considerazione.

Fare content e personal marketing ti darà i giusti strumenti per offrire contenuti interessanti e utili, in cui la nostra persona e il nostro brand verranno esaltati all’interno di un contesto arricchente e di valore agli occhi dell’utente. Le associazioni che si andranno a generare porteranno traffico positivo e favoriranno lo scambio e la crescita del brand.