Come creare startup

Come creare startup – Il fenomeno delle startup è ormai in definitiva crescita. Secondo i dati pubblicati sul sito ufficiale del MISE, a settembre dell’anno 2019 è possibile contare 10.610 startup innovative italiane che risultano iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese. Esse rappresentano quasi il 3% di tutte quelle società di capitali italiane che sono state costituite negli ultimi cinque anni e che sono ancora in stato attivo. Come evidenzia il grafico, gli ultimi anni hanno visto un CAGR che supera il 30% partendo da settembre 2013.

come creare start up
Come creare startup – grafico a barre con i valori di crescita delle startup italiane negli ultimi 6 anni. Fonte: MISE

Per quanto riguarda la distribuzione per settori di attività, si tratta soprattutto (parliamo di oltre il 73%) di startup connesse a servizi high-tech che lavorano nel B2B (infatti forniscono per lo più servizi alle imprese), mentre più del 18% è connesso al contesto manifatturiero e meno del 4% è direttamente immerso nel commercio.

Come creare startup – Cos’è una startup innovativa

Quando parliamo di startup innovative si fa principalmente riferimento a quelle startup le cui società di capitali sono:

    • costituite da meno di cinque anni,
    • con la sede principale in Italia,
    • con un fatturato annuo inferiore a cinque milioni di euro,
    • non quotate,
    • non risultanti da una fusione o scissione o cessione,
    • esenti dalla distribuzione di utili,
    • in possesso di un oggetto sociale con focus su prodotti o servizi che presentano un alto livello tecnologico,
    • Inoltre è necessario che la startup:
      -o dedichi almeno il 15% del maggior valore fra costo e valore totale della produzione della startup innovativa in spese per ricerca e sviluppo;
      -o che presenti almeno 1/3 della forza lavoro complessiva composta da personale che abbia o stia svolgendo un dottorato di ricerca o che, in possesso di laurea, abbia svolto almeno 3 anni di attività di ricerca certificata, oppure 2/3 del personale in possesso di una laurea magistrale
      -o che sia depositaria o licenziataria di un brevetto relativo al campo industriale, oppure all’ambito biotecnologico, oppure a prodotti a semiconduttori o a nuova varietà vegetale.

Le start-up innovative sono quindi delle società di capitali, che possono presentarsi anche sotto forma di cooperativa, includendo quindi tutte quelle forme che vanno dalle srl, le spa, le sapa, e le società cooperative.

Ma quindi, come creare startup? Diventare una unicorn startup non è un gioco da ragazzi. Ecco i passi iniziali per iniziare la vostra scalata.

Come creare startup – I passaggi

  1. Come creare startup: VERIFICA LA VALIDITÀ DELLA TUA IDEA

Un’analisi attenta sta alla base di ogni progetto in partenza. Per capire come creare startup bisogna innanzitutto avere un piano d’azione preciso e dettagliato che guidi e scandisca le varie fasi di realizzazione. Per un’operazione completa e funzionale è necessario verificare diversi aspetti. Qui è possibile trovare una lista di partenza per testare la validità dell’iniziativa.

  1. Come creare startup: VERIFICA IL TARGET

Per ogni esigenza una soluzione: se non c’è un effettivo bisogno del prodotto che stai andando a sviluppare, non ci sarà mai una concreta ragione che giustifichi un ipotetico successo. In altre parole: bisogna prima capire cosa ricerca il pubblico, quali aree e gruppi potrebbero essere un potenziale target.
Trovare un mercato valido vuol dire trovare un insieme di persone con un’esigenza in comune (che, attenzione, non vuol dire una necessità che hanno tutti) ancora insoddisfatta.

  1. Come creare startup: VERIFICA I COMPETITOR

Abbiamo trovato un target, ma i concorrenti? Infatti dobbiamo preoccuparci anche di chi si è già lanciato nel nostro stesso business e il modo in cui lo ha fatto. Capiamo cosa offrono, come lo offrono e cerchiamo di distinguerci, trovando uno stile unico.

  1. Come creare startup: VERIFICA I PASSAGGI BUROCRATICI

A questo punto occorre focalizzarsi sui requisiti, le eventuali indicazioni sulle agevolazioni e il regime fiscale che più si addice al progetto. Per quanto concerne tutte le verifiche delle predisposizioni di natura amministrativa e burocratica è necessario decidere se è il caso di ricorrere a un commercialista o se lavorare in autonomia.

Se si sceglie quest’ultima via, un consiglio è di redigere quello che viene definito “Business Plan”.
Strumento estremamente utile su più piani, permetterà di avere una presentazione valida tanto per la comunicazione esterna prevista con i finanziatori, quanto come piano interno per pianificare e misurare i risultati ottenuti.
Sintetizzare i contenuti e i punti salienti del progetto imprenditoriale aiuterà, inoltre, ad individuare eventuali falle o elementi rischiosi su cui lavorare.

Segnaliamo un’alternativa molto interessante al commercialista: la piattaforma connessa al Registro delle Imprese. In questo caso non ci sarà bisogno di farsi carico di alcuna forma di costi notarili e l’atto pubblico necessario sarà convalidato e inviato digitalmente all’Agenzia delle Entrate.

  1. Come creare startup: VERIFICA DI RIUSCIRE A TROVARE GLI INVESTITORI

I così detti ‘Business Angels’ sono i destinatari di questa ricerca, intervenendo in questa fase ancora “seed” in cui la startup si trova. Preparate un’eccellente presentazione che convinca della forza del progetto, siate coinvolgenti e fate sognare i vostri interlocutori.

  1. Come creare startup: VERIFICA DI AVERE UN BUSINESS MODEL CANVAS EFFICACE

Un Business Model Canvas è un piano di battaglia funzionale nel descrivere il funzionamento dell’impresa tenendo conto tanto del punto di vista dei clienti quanti dei fornitori.

Mettendo in chiaro quindi in ogni direzione le applicazioni della startup, si sarà in grado di stabilire come muoversi e quali passi compiere, permettendo anche di definire le prossime mosse e mettendo gli investitori nella condizione di capire quale sarà il ricavo generato. I blocchi da cui partire per l’analisi sono:

Partner Chiave – Attività Chiave – Proposte di Valore – Relazione con i Clienti – Segmenti di Clientela
– Risorse Chiave – Canali – Flussi di Ricavi – Struttura dei Costi

A questo punto, abbiamo i passaggi base per iniziare a capire come creare startup.

Sviluppare un piano efficace ed esaustivo non è un’impresa facile. Business Competence, incubatrice di startup e media agency da oltre 10 anni, è in grado di ascoltare le esigenze di ognuno, proponendo un piano su misura e personalizzato per dare vita al progetto. Gli strumenti e i tool necessari sono la base per concretizzare la tua idea. Raccontaci la tua esigenza e troveremo il giusto mix.

Contattaci

Credit img: Pixabay